top of page
gianlucalotti_Japan_travel._An_illustration_by_sam_toft_6e199392-4629-458e-bdad-828e56f541

Giappone

Buddhismo esoterico Shingon e Giardini Zen

Aprile-Maggio 2017

La storia, la cultura e la spiritualità del Giappone sono al contempo antiche e uniche.
La diversità di questa terra è allora uno stimolo per la scoperta di noi stessi e della nostra cultura.
In questa terra bellezza e crudeltà, armonia e contraddizioni, gentilezza e chiusura si intreccaino in qualcosa di unico e misterioso.

Osaka
Osaka è una città vibrante e dinamica nel cuore della regione di Kansai in Giappone. Conosciuta come "la cucina del Giappone", Osaka è famosa per la sua straordinaria cultura culinaria e la sua affascinante miscela di architettura moderna e tradizionale. Questa città portuale è la terza più grande del Giappone ed è un vivace centro economico e commerciale.

Osaka è anche rinomata per il suo cibo di strada e i suoi mercati alimentari, che offrono una vasta gamma di delizie culinarie. Dotonbori, uno dei quartieri più famosi della città, è noto per la sua strada piena di ristoranti e bar, dove si possono gustare piatti tradizionali come okonomiyaki, takoyaki, e Kushikatsu.

Esplorare la cultura del cibo di Osaka è un'esperienza culinaria ineguagliabile perchè ha qualcosa da offrire a tutti i palati. La sua cultura del cibo è un riflesso della città stessa - calorosa, accogliente e deliziosamente imprevedibile.

Japan-45.jpg
Japan-8.jpg
Japan-68.jpg
Japan-34.jpg

Kyoto

Fu la capitale dell'Impero del Sol Levante per più di un millennio (precisamente dal 794 al 1868) ed è nota come "la città dei mille templi". Essendo stata quasi interamente risparmiata dalla seconda guerra mondiale, è considerata il più grande reliquiario della cultura giapponese e per questo inserita nei siti protetti dall'UNESCO.
La città è famosa per i giardini zen.
Sono annessi ai templi: luoghi di incanto e di stimolo per la meditazione.
Una guida locale ci accompagnerà per due giorni in tour bellissimi e facoltativi in bicicletta alla visita di templi zen, buddhisti e shinto.
Avremo anche occasione di visitare la zona lungo il fiume, i giardini di bambù.

Seikoro Ryokan

Soggiornare in un Ryokan è un'esperienza unica, privilegiata e indimenticabile.
E' un modo perfetto per essere introdotti alla raffinatissima cultura giapponese e al contempo richiedere molta attenzione e sensibilità per essere apprezzato in pieno.

ll ryokan è un albergo tradizionale giapponese il cui stile è rimasto pressoché immutato nel tempo.
Attualmente un ryokan mantiene ancora gli elementi tradizionali, pavimenti formati da tatami, giardino in cui si può trovare una padiglione dedicato alla cerimonia del tè, porte scorrevoli che danno su una loggia, stanza spoglia, priva di mobili e letti dotata di
nicchia di abbellimento in cui vengono esposte sculture, calligrafie o composizioni ikebana.

Gion House 5.jpg
Amber House Gion.jpg

I letti tradizionali (futon), vengono apparecchiati dopo la cena, disponendo materassini, coperte e cuscini sui tatami. Colazione del mattino e cena vengono serviti nella camera.
La cucina non concede nulla agli usi occidentali ed è di solito di elevatissima qualità, molto raffinata e ricercata sia nei contenuti che nella curatissima estetica. Vengono utilizzati pezzi di ceramica e accessori pregiatissimi, spesso con evidenti riferimenti allo stile sabi cioè l'utilizzo di pezzi particolarmente “vissuti”.

Il servizio è completamente diverso da quello di un albergo occidentale. È estremamente personalizzato, l'ospite viene affidato alle cure di una cameriera esperta che lo accompagna in camera, gli serve il tè di benvenuto, lo intrattiene per cercare di capirne le esigenze, raccoglie le ordinazioni per le bevande che accompagnano la cena, lo accompagna a prendere il bagno, sia che si tratti di onsen (bagno termale) che di ofuro, il caldissimo bagno che si fa in vasche di legno di hinoki, cipresso giapponese. Questo è possibile poiché il ryokan ha pochissime stanze e quindi anche gli ospiti sono molto limitati di numero.
L'aspetto estetico dell'insieme è curatissimo, in qualsiasi posto si posi lo sguardo c'è uno scorcio apprezzabile, con particolare riguardo al giardino. Praticamente le uniche novità sono costituite dall'aria condizionata, dal telefono e dal televisore, per il resto tutto è come quattro secoli fa.

Nara

Nara è riconosciuta appunto come la città culla della civiltà giapponese e ha il maggior numero di siti "World Cultural Heritage" di tutte le prefetture giapponesi.
Nel 708 l'imperatrice Gemmei ordinò la creazione di una nuova capitale. La nuova città fu chiamata Heijō-kyō.
Gli imperatori che regnarono a Nara professavano il Buddhismo ed edificarono molti templi dedicati a questo culto. Tra essi, sei grandi templi si chiamano Nara Rokudai-ji (I sei grandi templi di Nara). Il tempio Tōdai-ji, il più grande dei sei, è uno dei monumenti più importanti della città ed è anche l'edificio in legno più grande al mondo. Al suo interno vi sono gigantesche statue che rappresentano il Buddha e i guardiani del tempio. La statua del Buddha Daibutsu realizzata in bronzo e oro, misura 16 metri d'altezza e pesa oltre 500 tonnellate.

Japan-48.jpg
destination_koyasan_top.jpg

Monte Koyasan

Il monte Kōya è considerato uno dei luoghi più sacri del Giappone ed uno dei maggiori centri monastici del Paese.

Fondato 12 secoli fa dal monaco Kūkai, conosciuto anche come Kōbō-Daishi, è diventato col tempo il principale centro per lo studio e la pratica del Buddhismo Esoterico e sede dell'ordine del Buddhismo Shingon (Shingon, in cinese "vera parola", traduzione del sanscrito mantra). Il Kōya-san ospita una grande area sacra, un complesso di templi buddhisti e santuari.

L'area di Oku-no-In è circondata da una fitta foresta di cedri, ed è sede di un vasto e magico cimitero con molti monasteri, tra cui quello di Kūkai.

Nel 2004 l'area sacra del Monte Kōya, insieme ad altri due siti della penisola di Kii, è stata dichiarata dall'UNESCO Patrimonio dell'Umanità.

Durante il nostro soggiorno visiteremo Okunoin; la foresta, ovunque sorgono statue, piccoli templi e stupa coperti di muschio, piccoli torrenti, luoghi per sedersi a meditare.

 

Durante la nostra visita notturna accompagnati da un monaco arriveremo al suo punto più sacro (Kobo Daishi Gobyo), il luogo dove si considera il monaco fondatore stia meditando ininterrotamente da più di mille anni.

 

Avremo tempo er esplorare da soli o in gruppo il complesso monastico centrale che include Konpon Daito, Kondo, Fudodo, and Miedo e Kongobuji, la sede centrale del buddhismo Shingon che include il giardino roccioso più vasto di tutto il giappone.

Japan-27.jpg
Japan-60.jpg

Ekoin

Il monastero Ekoin è stato edificato da un discepolo diretto di Kobo Daishi circa 1200 anni fa.
I suoi bagni di acqua calda termale sono alimentati dall'acqua del monte Koya. 
E' possibile praticare sesssioni di meditazione con i monaci e partecipare alla cerimonia del fuoco che viene officiata ogni mattina. I monaci di questo monastero da un millennio hanno offerto la speciale preghiera per il riposo degli antenati. Per chi lo desidera è possibile offrire un servizio speciale in memoria dei propri antenati.

Un breve Videoclip del nostro viaggio

Slideshow

bottom of page